• Il Centro di Documentazione Josef Indig, dedicato all’accompagnatore e madrich dei ragazzi di Villa Emma, ha lo scopo di mettere a disposizione di ricercatori, insegnanti, studenti e del pubblico generico, la produzione audio-visiva della Fondazione Villa Emma sulla vicenda dei ragazzi di Villa Emma e sui testimoni esemplari delle vicende storico-politiche della seconda metà del Novecento.



    Collana di video-interviste
    GLI ULTIMI TESTIMONI. Incontri lungo le storie del Novecento”

    Prima uscita



    IN CAMMINO CON BORIS PAHOR
    di Ivan Andreoli e Fausto Ciuffi
    Fondazione Villa Emma, 2011
    Durata: 65 min.

    Con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
    Con il patrocinio dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna

    La testimonianza di Boris Pahor ci guida lungo un viaggio che tocca luoghi ed esperienze della sua vita, legandosi ai temi fondamentali di Necropoli e di altre sue opere: Trieste e la comunità slovena perseguitata dal fascismo, il secondo conflitto mondiale e la resistenza, la deportazione politica e il campo di Natzweiler-Struthof, il ritorno a casa e il difficile dopoguerra.
    Alle parole del testimone s’intrecciano - in un susseguirsi di incontri - le riflessioni e le emozioni di quanti hanno letto i suoi libri e lo hanno conosciuto: lo scrittore-giornalista Paolo Rumiz, la storica Marta Verginella, la direttrice del Centre européen du résistant déporté Valérie Drechsler, gli studiosi David Bidussa, Dunja Nanut e Franco Cecotti.
    In tal modo, il racconto di Pahor diventa occasione per riflettere sul rapporto fra testimonianza e storia, sulle peculiarità e sull’importanza delle sue narrazioni, sul significato dei luoghi della memoria, sul difficile cammino di un uomo di confine che, insieme alla coerenza e alla tenacia, ci mostra una grande lezione di libertà.

    Seconda uscita






    DOVE VI PORTANO GLI OCCHI
    a colloquio con Edith Bruck
    di Ivan Andreoli e Fausto Ciuffi
    Fondazione Villa Emma, 2012
    Durata: 55 min.


    In collaborazione con Provincia di Roma e Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna



    Il film-documentario racconta la vita e l’opera di Edith Bruck. La sua testimonianza abbraccia un tempo ampio, lungo un tragitto controverso e accidentato. Incontriamo così gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza (ricondotti non solo al Lager, ma anche alle discriminazioni del prima e dopo Auschwitz); il difficile ritorno dai campi; l’indifferenza del mondo, tra Europa e Israele; la vita che riesplode dopo la prigionia; l’arrivo in Italia, che diviene sua dimora. Edith Bruck sembra dirci, con coraggio, che la rievocazione di un racconto tragico acquista forza se la sua esperienza e i suoi libri danno ad altri, venuti dopo, la possibilità di prendere la parola e di dire la loro.
    E si rivolge soprattutto ai giovani.

    Per chiedere copia dei DVD contattare la Fondazione Villa Emma
    tel. 059 547195
    segreteria@fondazionevillaemma.org

Fondazione Villa Emma | ragazzi ebrei salvatiCon il contributo di
Cassa di risparmio di Modena

Questo sito non utilizza cookies né proprietari né di terze parti.
fondazionevillaemma@pec.it
P.I. 94111760362